Confindustria e montagna:atto II

Pubblico sul mio blog la lettera che ho inviato a Biraghi,visto che non ho avuto risposte e neanche le scuse,non a me,ma alla gente di Elva.

Dispiace constatare per l’ennesima volta come alcune prese di posizione del Presidente di Confindustria Cuneo, che ultimamente stanno diventando sempre più frequenti, siano poco accurate se non addirittura superficiali. Già era successo sulla questione fondi ATO alle comunità montane nella quale il presidente dichiarava sbagliando, che le risorse venivano impiegate per mantenere in piedi degli enti ( invece vanno alle imprese che lavorano) e dichiarava,sbagliando,che le comunità montane erano chiuse da anni: siamo ancora vivi oggi.
L’ultima dichiarazione un po’,per così dire, presa alla leggera, riguarda l’articolo comparso sulla rivista ProvinciaOggi di Febbraio sull’annosa questione del Colle della Maddalena. Pur condividendo la battaglia che Confindustria sta facendo insieme agli enti locali nei confronti di ANAS , vorrei solamente fare alcune puntualizzazioni nella parte dell’intervista nella quale si fa riferimento alla valle Maira, e , per la precisione, alle strade che giungono ad Elva.
Innanzitutto faccio presente a chi non lo sapesse che le strade sono Provinciali e quindi non di competenza ANAS: credo che la differenza sia sostanziale perché è pressoché inutile chiedere all’Anas perché la Provincia di Cuneo tenga aperta una strada ;
Secondo: Le strade per Elva vengono tenute aperte perché, informo anche su questo, a Elva ci vive qualcuno, c’è un Comune, ci sono delle aziende agricole, ci sono delle strutture ricettive e , addirittura, dei bambini che utilizzano quelle strade -che è inutile tenere aperte- per andare a scuola.
Nonostante la politica, nonostante il disinteresse generale, nonostante alla pianura e al suo mondo produttivo non interessi nulla della montagna ( se non, per puro esempio, accaparrarsi le risorse energetiche o,sempre per puro esempio, dare i nomi alle proprie aziende con chiari riferimenti alle vallate per evocare un’immagine rurale nell’immaginario del consumatore)…nonostante tutto ciò, qualcuno resiste. E resiste nonostante le due strade di Elva siano pericolose e siano a rischio valanghe e frane.
È ora di finirla di tarare la necessità o meno di fornire dei servizi in base al numero di abitanti che vengono serviti. Ci sono servizi inderogabili a prescindere dal numero di persone che ne usufruiscono. Immagino che il ragionamento di Biraghi sia dovuto ad eccessiva fretta,ma chiedo, gentilmente, di chiedere scusa agli abitanti di Elva e di tutte le vallate in cui non devono passare 150 camion al giorno che si sono sentiti profondamente offesi dalle incaute parole del Presidente dell’Associazione che dovrebbe rappresentare gli industriali.
La visione che si ha delle terre alte e della sua gente da parte di certa impresa, da parte di certa politica, da parte dei poteri forti, demarca poca conoscenza, poca eleganza e sopratutto poca voglia di fare sistema, ovvero di fare della Provincia un territorio, pianura e montagna nel suo complesso, più competitivo. Se la battaglia che Confindustria porta avanti politicamente è di questa levatura, è davvero una battaglia dei poveri. Ma una cosa vorrei consigliare al Dr. Biraghi : si legga qualche pagina della storia delle nostre vallate e vedrà come siano state sempre territori aperti al confronto e al dialogo, culturalmente ricchi ed economicamente mai poveri, proiettati in un Europa che ancora non si sognava, ma, nello stesso tempo, sempre animati da un forte spirito autonomista e di libertà. Se neanche i Marchesi di Saluzzo e i Savoia più di tanto comandarono in valle Maira, dubitiamo che lo possa fare Confindustria Cuneo.

Roberto Colombero
Presidente di Comunità Montana Valli Grana e Maira
Sindaco di Canosio ( Comune in cui ci vive qualcuno)

20140314-185053.jpg

Annunci

Un pensiero su “Confindustria e montagna:atto II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...